Riaperture: La Regione Umbria

Il 18 maggio è il giorno delle riaperture su tutto il territorio nazionale! Il Governo, a seguito di un lungo confronto con le Regioni ha definito, con il D.P.C.M. 17 maggio 2020 delle linee guida a livello nazionale per la riapertura di molteplici tipologie di attività commerciali. Questo documento, in relazione al singolo argomento di interesse, ribadisce la sussistenza dei Protocolli condivisi tra Governo e Parti Sociali per le attività economico – produttive e per i cantieri ed introduce una serie di schede sintetiche con le specifiche misure di sicurezza da adottare per le seguenti attività:

  • Ristorazione
  • Attività turistiche (balneazione)
  • Strutture Ricettive
  • Servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti)
  • Commercio al dettaglio
  • Commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti)
  • Uffici aperti al pubblico
  • Piscine
  • Palestre
  • Manutenzione del verde
  • Musei, archivi e biblioteche

L’accordo raggiunto dalla Conferenza Stato-Regioni consente ad ogni Regione di procedere, oltre all’adozione delle linee guida nazionali, con proprie ordinanze integrative.

La Regione dell’Umbria ha emesso l’Ordinanza n.25 del 17 maggio 2020 con la quale aderisce alle  Linee di Indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative emanate dal Governo Italiano senza aggiungere ulteriori disposizioni. Nel territorio umbro rimangono valide , pertanto, le disposizioni di legge nazionali, da DGR 321 della Regione Umbria ed le citate linee guida.